CTP - Consulenza Tecnica di Parte

CTP02Contesto: procedimento civile, cioè il modo previsto dalla legge per disciplinare situazioni di conflitto tra le persone. Queste situazioni vengono risolte con un provvedimento di un giudice, che applicando la legge, prende una decisione: questa può riguardare faccende economiche o questioni relative all'affidamento dei figli, in caso di separazione o divorzio (di competenza del Tribunale Ordinario) oppure questioni relative alla potestà dei genitori, all'affidamento o all'adozione di minori in stato di abbandono (di competenza del Tribunale per i Minorenni).

"Quando è necessario, il giudice può farsi assistere, per il compimento di singoli atti o per tutto il processo, da uno o più consulenti di particolare competenza tecnica. La scelta dei consulenti tecnici deve essere normalmente fatta tra le persone iscritte in albi speciali formati a norma delle disposizioni di attuazione del presente codice." (Art. 61 c.p.c.)

 

 

CTP03La Consulenza Tecnica d'Ufficio – CTU - è un intervento al confine tra l'ambito clinico e quello giuridico: ai professionisti che vengono coinvolti viene quindi richiesto di agire in modo adeguato, utilizzando gli strumenti psicologici all'interno del rigoroso quadro giudiziario.

 

Il Consulente Tecnico di Parte ha il compito di fornire assistenza alle parti durante lo svolgimento dell'indagine d'ufficio disposta dal Giudice. Si tratta di un professionista di fiducia della persona, che:

  • ha il compito di affiancare il CTU nominato dal Giudice nell'esecuzione del suo incarico e
  • svolge le proprie osservazioni a supporto o critica del risultato al quale il perito del Giudice sarà giunto,
  • portando le istanze della parte che lo ha incaricato
  • vigilando sul corretto svolgimento della perizia

 

Utilità della nomina del CTP:

  • può controllare le operazioni peritali, accertando che le procedure vengano portate avanti correttamente da parte del CTU
  • collabora con il CTU: in quanto esperto può dare il suo apporto professionale al CTU nel corso della consulenza, e anche fornire delle osservazioni al termine della perizia
  • segue il proprio assistito durante l'intera consulenza – essendo presente durante tutte le operazioni peritali -, svolgendo quindi un'importante funzione di sostegno non solo dal punto di vista procedurale, ma anche emotivo, trattandosi per il proprio assistito di un percorso fisiologicamente faticoso da questo punto di vista.

 

Situazioni in cui un CTP psicologo viene più frequentemente chiamato in causa:

  • separazione giudiziale tra coniugi, con o senza figli
  • valutazione dell'idoneità genitoriale in caso di provvedimenti riguardo l'affido di un minore
  • ablazione o limitazione della potestà genitoriale
  • adozione
  • valutazione del danno psichico ed esistenziale
  • mobbing
  • stalking

 

Il compenso del CTP psicologo – normalmente concordato tramite un preventivo - si orienta in funzione della prestazione fornita, prevedendo una tariffa oraria, oppure una percentuale sul valore stimato (nel caso di perizie di stima per danni e simili).

Nell'ambito specifico delle situazioni di separazione o divorzio dei coniugi, l'ordinamento giuridico italiano prevede che ogni decisione inerente i figli avvenga nell'esclusivo interesse dei minori. Ecco perché a volte il Giudice si avvale dell'ausilio di esperti: determinati conflitti all'interno della coppia possono avere ricadute importanti sulla qualità della vita dei figli, che devono essere approfondite al di là delle norme di legge o del comune "buon senso".

Dr.ssa Roberta Cacioppo - P.IVA 03767950961

Copyright © 2014 Roberta Cacioppo

credits: domenico sestito